Blog

E’ ora di darci un taglio

Qualche settimana fa ho letto su Facebook una riflessione sull’importanza di sapersi fermare. L’autrice giungeva alla conclusione che viviamo un periodo di diffuso “esaurimento emotivo e fisico che porta a una ridotta capacità di entrare in empatia e provare compassione per gli altri. Assuefatti all’idea di un altro che soffre, non proviamo più nulla se non quello che ci riguarda direttamente.”

Ho riflettuto sul valore di fermarsi, darsi tempo e ascoltarsi. Sapersi fermare significa iniziare ad ascoltare. Ascoltare se stessi in primis, e attraverso il proprio ascolto, sentire anche l’altro. Il passaggio più difficile per me è stato iniziare ad ascoltare la mia insoddisfazione che mi ha portato ad avvicinarmi al mio dolore. Un dolore non nasce solo dai traumi passati, fa parte anche del vivere, del crescere e del lasciar andare, dell’entrare nella vita adulta e del cambiamento. Un dolore che non possiamo rifiutare, continuando a correre, a riempirci di impegni e attività, per non sentire.

Prendersi cura di sé, significa anche rallentare, respirare, comprendere che la causa delle nostre insoddisfazioni, difficoltà o rabbie, non risiede sempre nell’altro ma anche in noi stessi. Fermarsi e ascoltarsi significa avvicinarsi a se stessi sviluppando empatia verso gli altri e il mondo. Restare nell’aridità emotiva, ci reca solo infelicità. La strada verso se stessi, che non va confusa con l’egoismo, è un percorso lento che richiede dei tempi che non sono quelli moderni.

Una lentezza che è più vicina ai tempi della natura, delle stagioni, della nascita di un germoglio. I percorsi di Mindfulness insegnano la pazienza, a stare nella lentezza e nell’attesa. La trasformazione che desideriamo non avviene in un giorno, ma nel corso di una stagione. Non è semplice aprire un cuore che è rimasto chiuso per paura. Serve delicatezza e cura. Seguire il ritmo della natura, ti permette di fare quei piccoli passi che creano il coraggio quotidiano per aprirsi, sentire e ascoltare.

Si può superare la paura del dolore, proprio e altrui. L’importante è non avvicinarsi come un torero nell’arena, ma come una farfalla che si posa su un fiore.

In questi anni di insegnamento della Mindfulness ho compreso che questo percorso offre molto. Trasforma in profondità. Chiunque può partecipare, l’importante è essere disponibili ad entrare in un territorio nuovo e affidarsi alla guida e alla propria capacità evolutiva.

Ti aspetto alle presentazioni dei corsi MBSR.

Guarda le date e scriviti.

GLI ALTRI ALTICOLI

Una pratica per te

Oggi ti vorrei parlare di uno degli esercizi fondamentali del percorso MBSR: la meditazione mindfulness. Ogni volta che inizio un nuovo corso MBSR, so che sperimentare la

Read More »

Siamo in molti

Sono iniziati i nuovi corsi: 29 nuovi iscritti, 29 persone che hanno sentito la necessità di prendersi cura di sé. Due gruppi a Verona ed un gruppo

Read More »

La felicità è possibile

Hai mai notato che c’è qualcosa che resta sempre uguale nella nostra vita nonostante cambino gli eventi esterni? A volte pensiamo che saremo più felici quando avremo

Read More »

Che cosa desideri?

Ciao, Che cosa desideri per l’anno nuovo? Torno a te con questa domanda perché sono consapevole di quanto sia importante indirizzare le energie e i pensieri

Read More »

Hai scritto la lista?

Buon Anno. E’ iniziato il 2023 e come ogni anno, ho scritto la lista dei buoni propositi. Alcuni riguardano cose che vorrei realizzare, altri invece

Read More »

Là dove ci si trova

Ai giovani che venivano da lui per la prima volta, Rabbi Bunam era solito raccontare la storia di Rabbi Eisik, figlio di Rabbi Jekel di

Read More »

Secondo uno studio scientifico, la meditazione quotidiana può funzionare come uno psicofarmaco per calmare l’ansia

Ansia, irrequietezza, preoccupazione, paura e insonnia possono interferire con la vita quotidiana, le relazioni e gli obiettivi di carriera. Molte persone ottengono sollievo usando psicofarmaci, ma

Read More »

Sono orgogliosa di dirti che…

Quando ho iniziato la formazione per diventare insegnante di Mindfulness ho incontrato una delle formatrici del Center for Mindfulness fondato da Jon Kabat-Zinn. Lei mi

Read More »

The Good Doctor, lo conosci?

Lui: E’ stato un vero disastro! Lei: Ti ho ascoltato per un’ora, mi spieghi dov’è il disastro? Lui: E’ stato estenuante, sentivo che era tutto

Read More »

Perché dovresti scegliere un corso di gruppo MBSR?

Ti faccio una domanda: quand’è che senti di conoscere bene una persona?  Forse quando ne conosci nome, cognome, professione e storia personale? I partecipanti al corso MBSR,

Read More »

Cose che non sai di me

Tutto è iniziato dopo la laurea in Economia e Commercio che ho conseguito presso l’Università di Verona. Prima di immergermi nel mondo del lavoro mi

Read More »

Dove stai andando?

“….Perdonare significa fare pace con ciò che è successo.  Significa riconoscere la tua ferita, dandoti il permesso di sentire dolore, e di comprendere che quel

Read More »

Lavori in corso

C’è molto fermento al corso di mindfulness MBSR iniziato la prima settimana di ottobre. Siamo giunti alla quarta settimana di pratica e una delle affermazioni

Read More »

Il potere delle piccole cose

In questi giorni, nel campo di fronte a casa mia ci sono moltissimi fiori gialli. Gli stessi che vedi lungo l’argine dell’Adige. Sono i fiori del

Read More »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: