Uncategorized

TRA QUALCHE ORA INIZIEREMO…

Mentre ti scrivo è mattina presto. 

Tra qualche ora partirò per il ritiro di meditazione in Toscana.

Sono molto emozionata. Il viaggio sarà lungo: almeno 4 ore.

Il luogo che ho scelto è bellissimo. E’ importante lavorare in un luogo bello, perché la bellezza della natura è una cura per il cuore.

Il luogo del ritiro

Ho preparato tutto il materiale per il lavoro, comprese le spade.

Sì, le spade. Lavoreremo sul conflitto ed è importante fare esperienza diretta di cosa genera in noi il conflitto con l’altro. La spada sarà uno strumento che ci aiuterà ad osservare alcune delle nostre dinamiche relazionali che a volte non vediamo. Per molti anni ho praticato e insegnato Kendo, arte marziale giapponese, utilizzando un metodo che favoriva la conoscenza di se stessi e la crescita personale. Non era uno sport ma un percorso di crescita. L’ho praticato per 18 anni e sono diventata cintura nera 2° Dan.

Nel lavoro con la spada si lavora sempre in coppia. Si guarda negli occhi la persona che si ha di fronte, si portano le spade in contatto e si ascolta se stessi e l’altro.

Se non ascoltiamo non possiamo portare il nostro colpo. Un elemento importante è entrare in sintonia con l’altro, trovare un ritmo comune e poi romperlo per sorprendere l’avversario.

Nei combattimenti di kendo c’è molto rispetto. Si cerca il buon combattimento che, a volte, porta alla vittoria.  Il buon combattimento nasce quando c’è chiarezza dentro di noi, quando non siamo dominati dalla paura, dal risentimento, dall’invidia o dalla rabbia.

Se affrontiamo un conflitto con queste emozioni sicuramente causeremo del male.

Per questo è importante diventare consapevoli di quello che ci attraversa e capire come gestirlo. Le emozioni e i sentimenti vanno ascoltati e gestiti altrimenti diventiamo come foglie al vento, trascinati ovunque dalla corrente senza un centro e un luogo interno dove radicarci.

Il lavoro con la spada ci aiuta a radicarci nel corpo, a sentire tutta l’energia che possediamo e che spesso non sentiamo.

Non vedo l’ora di introdurre questa disciplina al gruppo che oggi alle 15 inizierà il ritiro e di vedere ascoltare che effetto farà loro.

Te ne parlerò nella prossima Mindful letter.

Nel mese di giugno ho organizzato delle esperienze di meditazione.

Se sei interessata a partecipare ti puoi iscrive attraverso questo link.