Uncategorized

L’importanza di un ritiro

Eccomi di nuovo nella tua posta, 

Come stai?

Dopo 5 giorni di silenzio e ascolto, torno da te con energia e maggior consapevolezza.
La scorsa settimana, ho partecipato ad un ritiro di meditazione Vipassana, la meditazione della chiara visione. Sono stati 5 giorni di grande presenza.

Con me hanno partecipato molte persone, di tutte le età. La persona più giovane aveva 20 anni, era venuta con suo padre, e la più anziana aveva circa 80 anni. Come vedi, il percorso di consapevolezza non ha età. Molti, come me, hanno sentito la necessità di fermarsi, dedicarsi tempo e ascoltare.

Non è semplice, perché questo significa ascoltare la propria vita, sentire la mente che continua a produrre pensieri e stare in contatto con la propria sofferenza.

Thich Nhat Hanh ci ricorda spesso nei suoi libri di fermarci e dedicare tempo al silenzio.

C’è una frase molto bella che lui scrive e che mi piace ricordare: “Il mondo attorno a noi trabocca di meraviglie, eppure la maggiorparte di noi sta correndo come se esistesse un luogo migliore in cui andare. La bellezza ci chiama ogni giorno, ogni ora, ma raramente siamo nella posizione di ascoltare. La nostra mente è piena di rumore, per questo non riusciamo a sentire il richiamo della vita.”

Il poeta Rūmī, maestro mistico persiano, disse: “Non allontanarti. Mantieni il tuo sguardo su quel posto fasciato. E’ lì che entra la luce dentro di te.

Questo è un percorso che richiede fede, intesa come fiducia. Fiducia nella possibilità di crescita e di cambiamento, nella propria forza interiore, nella pratica di consapevolezza che consente di evolvere.

Luogo dove si terrà il ritiro

Il mio percorso è iniziato molti anni fa e mi sento in continua evoluzione.
Sento cambiare la relazione con me stessa, sento ogni giorno la possibilità di una vita più serena ed emotivamente stabile. Anche le relazioni più difficili si sono trasformate nel tempo.
Proprio perché ho vissuto una grande trasformazione, sento molta fiducia nel cammino e vorrei che anche tu partecipassi a questa trasformazione.

Ti porto dal ritiro queste parole di San Francesco che mi hanno riempito il cuore di dolcezza: “Dolce è sentire come nel mio cuore ora umilmente sta nascendo amore, dolce è capire che non son più solo ma che son parte di una immensa vita che generosa risplende intorno a me, dono di Lui, del suo immenso amore.”

Tra poche settimane inizierà il ritiro di meditazione. E’ bello vedere che molti di voi hanno deciso di partecipare. Vi siete fatti un regalo.
Se non sei tra questi, sei ancora in tempo per iscriverti.