Blog

Rafforza la fiducia
Fiducia: sensazione di sicurezza basata sulla speranza. Oggi voglio incontrarti su questo blog ed aiutarti a sopravvivere emotivamente alle notizie che ormai da più di un mese ci confondono. Questa situazione è nuova per tutti, ma soprattutto riesci a reggerla?

Come sopravvivere alle notizie!

Fiducia: sensazione di sicurezza basata sulla speranza

Oggi voglio incontrarti su questo blog ed aiutarti a sopravvivere emotivamente alle notizie che ormai da più di un mese ci confondono. Questa situazione è nuova per tutti, ma soprattutto riesci a reggerla?

Quanto è difficile stare ad aspettare, avere fiducia, ascoltare il telegiornale e non affliggersi. Certo questo evento è indubbiamente stressante per tutti, per chi reagisce e per chi aspetta. Io e te cosa possiamo fare? innanzitutto io ti consiglio di praticare la consapevolezza per rimanere lucidi.

Per farlo ti suggerisco un esercizio:

Osserva  cosa ti succede quando guardi le notizie al telegiornale oppure dopo aver letto il giornale la mattina.  Le notizie sono ogni giorno catastrofiche, a volte c’è qualcosa di positivo. Osserva quali emozioni si generano in te dopo aver ascoltato quelle notizie. 

Osserva cosa sente il tuo corpo. 

  • Senti qualche contrattura sulle spalle?
  • Ti si chiude lo stomaco o senti dolore al petto? 
  • Com’è la tua energia? 
  • Ti senti stanco e con poca motivazione? 
  • Come sono i tuoi pensieri? 
  • Pieni di fiducia per il futuro oppure preoccupati, incerti o tristi?

Questa analisi è importante perché ti permette di osservare questa fluttazione costante che è in te e di comprendere che puoi prendere le distanze dalle emozioni, le puoi gestire per evitare che dilaghino dentro di te occupando tutto il tuo essere.  Bastano poche azioni per modificare il tuo stato emotivo.

In pillole:

  1. Stare nel momento presente. Significa guardare emozione per emozione man mano che si presenta.
  2. Capire cosa ha dato origine ad un determinato stato emotivo che provo in quel determinato momento.
  3. Dare un nome all’emozione e collegarla all’evento che l’ha generata.

Già questo passo aiuta a ridimensionare l’emozione o il pensiero negativo e a creare spazio per altro dentro di noi. Posso così guardare a ciò che c’è di positivo nella mia vita, sorrido e mi dedico a questo. 

Quando un’emozione negativa torna, fermati, respira e identificala. Lasciala andare e dedicati a qualcosa di nutriente.

Rafforza la tua fiducia!

Lisa

Ieri è storia, domani è un mistero

ma oggi è un dono. Per questo si chiama presente.

Tratto da Kung fu Panda

GLI ALTRI ALTICOLI

Una pratica per te

Oggi ti vorrei parlare di uno degli esercizi fondamentali del percorso MBSR: la meditazione mindfulness. Ogni volta che inizio un nuovo corso MBSR, so che sperimentare la

Read More »

Siamo in molti

Sono iniziati i nuovi corsi: 29 nuovi iscritti, 29 persone che hanno sentito la necessità di prendersi cura di sé. Due gruppi a Verona ed un gruppo

Read More »

La felicità è possibile

Hai mai notato che c’è qualcosa che resta sempre uguale nella nostra vita nonostante cambino gli eventi esterni? A volte pensiamo che saremo più felici quando avremo

Read More »

Che cosa desideri?

Ciao, Che cosa desideri per l’anno nuovo? Torno a te con questa domanda perché sono consapevole di quanto sia importante indirizzare le energie e i pensieri

Read More »

Hai scritto la lista?

Buon Anno. E’ iniziato il 2023 e come ogni anno, ho scritto la lista dei buoni propositi. Alcuni riguardano cose che vorrei realizzare, altri invece

Read More »

Là dove ci si trova

Ai giovani che venivano da lui per la prima volta, Rabbi Bunam era solito raccontare la storia di Rabbi Eisik, figlio di Rabbi Jekel di

Read More »

Secondo uno studio scientifico, la meditazione quotidiana può funzionare come uno psicofarmaco per calmare l’ansia

Ansia, irrequietezza, preoccupazione, paura e insonnia possono interferire con la vita quotidiana, le relazioni e gli obiettivi di carriera. Molte persone ottengono sollievo usando psicofarmaci, ma

Read More »

Sono orgogliosa di dirti che…

Quando ho iniziato la formazione per diventare insegnante di Mindfulness ho incontrato una delle formatrici del Center for Mindfulness fondato da Jon Kabat-Zinn. Lei mi

Read More »

The Good Doctor, lo conosci?

Lui: E’ stato un vero disastro! Lei: Ti ho ascoltato per un’ora, mi spieghi dov’è il disastro? Lui: E’ stato estenuante, sentivo che era tutto

Read More »

Perché dovresti scegliere un corso di gruppo MBSR?

Ti faccio una domanda: quand’è che senti di conoscere bene una persona?  Forse quando ne conosci nome, cognome, professione e storia personale? I partecipanti al corso MBSR,

Read More »

Cose che non sai di me

Tutto è iniziato dopo la laurea in Economia e Commercio che ho conseguito presso l’Università di Verona. Prima di immergermi nel mondo del lavoro mi

Read More »

Dove stai andando?

“….Perdonare significa fare pace con ciò che è successo.  Significa riconoscere la tua ferita, dandoti il permesso di sentire dolore, e di comprendere che quel

Read More »

Lavori in corso

C’è molto fermento al corso di mindfulness MBSR iniziato la prima settimana di ottobre. Siamo giunti alla quarta settimana di pratica e una delle affermazioni

Read More »

Il potere delle piccole cose

In questi giorni, nel campo di fronte a casa mia ci sono moltissimi fiori gialli. Gli stessi che vedi lungo l’argine dell’Adige. Sono i fiori del

Read More »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: